Come automatizzare il database development lifecycle?

Di fronte alla crescente pressione del mercato e alle numerose richieste di rilasci applicativi più frequenti, la gestione del ciclo di vita del database è divenuta una preoccupazione incessante e, per questa ragione, DBA e sviluppatori sono alla costante ricerca di soluzioni efficaci per gestire al meglio il proprio DB.

Di seguito proponiamo quattro soluzioni per una più semplice gestione del database development lifecycle

Database release automation

Automatizzare le branche del database e consolidare le change all’interno di un ambiente d’integrazione è necessario per eseguire il deploy in produzione. Infatti, la database release automation fornisce una rete di sicurezza in grado di eliminare la possibilità di sovrascrivere le change critiche implementate nell’ambiente target.

Questa forma di automazione permette inoltre di distruggere i silos tra sviluppo e operazioni, favorendo la continuous delivery per il database, consentendo di generare automaticamente script di deployment e risparmiando molto tempo dedicato allo sviluppo (altrimenti speso in processi manuali). Oltre a ciò, la database release automation riduce gli errori umani, che possono portare a crash devastanti e costare alle aziende centinaia di migliaia di dollari.

Per queste molteplici ragioni, l’automazione dei rilasci del DB è la prima, e forse la più importante, delle soluzioni consigliate per il database development lifecycle.

Database merge and build automation

Nell’ambiente Agile di oggi la continuous integration & delivery sono diventate la norma. Per questo motivo, anche le soluzioni per il database development lifecycle devono essere in grado di colmare il gap tra lo sviluppo del DB e il codice applicativo, consentendo l’automazione di merge e build per il database.

I vantaggi dell’automazione di merge e build comprendono:

  • La capacità di effettuare il deploy delle change del database in base alle richieste del business.
  • La capacità di utilizzare l’analisi d’impatto attraverso la baseline-aware analysis.
  • La capacità degli sviluppatori di eseguire il merge del codice del DB con una facilità ineguagliabile.

Secondo un sondaggio condotto da DBmaestro, solo il 13% delle aziende afferma di essere in grado di automatizzare il processo di continuous delivery per il database. Questa mancanza di automazione è sinonimo di un rischio sostanziale di downtime del database.

Database Enforced Source Control

Una piattaforma di configuration e change management del DB consente ai DBA di applicare al database funzionalità reali di source control management.

La soluzione di source control garantisce una singola fonte di verità per il database, elemento cruciale per il ciclo di vita dello sviluppo del DB. Ciò, infatti, consente ai team di lavorare in modo sicuro e simultaneo nello stesso ambiente, eliminando la sovrascrittura di change critiche effettuate da altri sviluppatori.

Database Enhanced Security and Regulatory Compliance

La sicurezza e la conformità normativa contribuiscono ad incrementare le preoccupazioni delle aziende nel complesso clima imprenditoriale di oggi. In questo contesto, le change al DB non autorizzate possono causare disastri per l’azienda. Pertanto, un avanzato meccanismo di protezione deve essere certamente una delle soluzioni per il database development lifecycle, al fine di controllare le modifiche agli oggetti del database e far rispettare ruoli e responsabilità.

Per i DBA, la protezione dei dati aziendali è una preoccupazione primaria. L’attuazione di queste soluzioni può ridurre significativamente la possibilità di problemi applicativi, di back-out e, soprattutto, di down-time del database.
Scopri come automatizzare la gestione del DB e portare la tua strategia DevOps ad uno step successivo: scarica l’eBook di DBmaestro “How to Automate Your Database”.